Voci dall’hutong: Bingyi

Spread the love

 

BinBingyugyi è una delle più poliedriche  artiste cinesi: architetta, scrittrice, critica d’arte, pittrice, e ora anche regista. Le sue opere hanno sempre qualcosa di “estremo” .  Sono  gigantesche, come quella  dell’aeroporto di Shenzhen per la cui realizzazione è salita su un elicottero e ha bombardato  con l’inchiostro la tela.. Oppure sono  opere in miniatura, come le creature realizzate con un pennello così sottile che il tratto  può  essere apprezzato solo con la lente d’ingrandimento.

 

 

 

 

 

BorsaDa un paio di anni, Bingyi si dedica anima e corpo al  progetto hutong. L’obiettivo  è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di salvare i  quartieri storici di Pechino dall’incuria e dalle ruspe. Fulcro del progetto, un film artistico  che narra  la storia  di un amore negato, metafora. di una Pechino che volta le spalle alla sua parte più autentica.. Nelle foto, Bingyi in uno dei luoghi delle riprese, la prima borsa di Pechino (1918 – 1948), un elegante edificio di pianta rettangolare che versa in un deprecabile stato di abbandono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *